Anche quest’anno la FSFP-TI ha ha premiato gli aspiranti che hanno conseguito la miglior media finale agli esami federali di agente di polizia.
BILANDZIJA Dario e CATTANEO Patrick hanno superato l’esame con la nota di 5.4.

Dopo il suo discorso, il presidente Ivano Bodino ha consegnato i premi:

Ringrazio sempre con piacere la direzione della scuola cantonale di Polizia che oramai da anni mi concede questo spazio, che ritengo privilegiato, poco prima della vostra nomina ufficiale quali agenti di polizia.

Vorrei ricordare che la FSFP sezione Ticino, raggruppa tutti gli agenti di polizia di lingua italiana ed è una sezione che fa parte della sede centrale di Lucerna. La Federazione rappresenta più di 25’000 agenti in tutta la Confederazione che significa oltre il 95 % di tutti i poliziotti svizzeri. 

Grazie all’interessamento e all’impegno che la FSFP ha profuso sull’arco di anni, in collaborazione con i vari comandi delle polizie cantonali, siamo riusciti a far riconoscere ufficialmente, in Svizzera, la professione di poliziotto. Essendo però un mesitere in continuo movimento e adattamento alle esigenze dei cittadini, anche la formazione, pur essendo concreta, deve essere liquida e adattarsi alle esigenze che mutano in questa nostra società. Di conseguenza chi inizierà la scuola del 2020 si troverà confrontato con una nuova sistematica di formazione che permetterà di mantenere il riconoscimento della professione a livello Svizzero.

Il fatto di poter ottenere un diploma Federale è sicuramente un’enorme affermazione per gli agenti, che come voi si sono impegnati in questa professione dalle mille sfaccettature.
Il lavoro che avete potuto tastare con mano, durante gli stage nei vari reparti, diventerà il lavoro di tutti i giorni e sarete confrontati: in ufficio, per strada e anche durante il tempo libero, con degli avvenimenti che richiedono una vostra presenza diretta o indiretta a dipendenza delle situazioni.

Sappiate essere corretti in tutte le circostanze poiché, quando affronterete i compiti, sarete giudicati soprattutto in base al comportamento, all’approccio e alla professionalità. Qualità che sono sicuro non vi mancano, poiché sono altrettanto sicuro che la SCP vi ha dato tutti gli strumenti per dare il via alla professione di poliziotto.  

Riconoscere il ruolo istituzionale che rappresentiamo e applicare quanto acquisito con buonsenso, proporzionalità e fermezza; ma allo stesso tempo, flessibilità e sensibilità saranno le doti che porteranno a risultati apprezzabili nel vostro lavoro. 

Fate tesoro dei risultati positivi che otterrete e traete insegnamento da ogni situazione critica che vi si presenterà, questo farà sì che il carburante per potervi attivare non finisca mai, questo vi permetterà di progredire professionalmente.

Un domani sarà anche vostra la responsabilità di sostenere e ritornare le conoscenze professionali ai giovani che sceglieranno di intraprendere la nostra professione.

E’ con questo spirito che auguro a tutti voi una vita professionale e privata intensa e soddisfacente. La Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia è, e sarà a vostra disposizione per promuovere gli interessi professionali e sindacali di tutti i poliziotti.

Passiamo ora alla premiazione:Per riconoscere l’importanza e il valore professionale del diploma intendiamo premiare la miglior media ottenuta nell’esame finale.
Quest’anno son due gli agenti che saranno premiati, entrambe con una media finale di 5,4 e sono:

Cattaneo Patrick e Bilandzija Dario